6^, 7^ gara – 12 Febbraio 2020 – Chiesa Valmalenco (SO)

0
523
Il podio Super60 con Gandossi, Zucchelli, Sermisoni, Sabbadini e Carrara

ARRIVA MENOTTI E METTE TUTTI DIETRO

I Master Elan Old Stars nei due SuperG di Chiesa

Il vento che l’ha fatta da padrone nei giorni scorsi dal mare ai monti, ha finalmente concesso una tregua permettendo ai Master Elan Old Stars di tornare in pista ed affilare le lamine per le gare di Chiesa Valmalenco. Sul pistone dei Barchi, ideale per le discipline veloci, gli Old che erano a digiuno per le ultime due gare annullate per il vento, si sono ampiamente rifatti; ne sono scaturiti due bellissimi superG molto tecnici e veloci ma mai pericolosi, disegnati dalla Scuola Sci che bene sa interpretare le richieste e le esigenze dei Master.

Una gara che ha visto la notevole presenza di cento concorrenti tra cui una decina di nuovi iscritti, il cui livello tecnico molto elevato ha rivoluzionato le classifiche, dove ne ha giovato soprattutto lo Ski Mountain di Bergamo. I cittadini hanno fatto incetta di podi nelle categorie maschili e con il miglior tempo assoluto di entrambe le gare, staccato da Alberto Menotti, il cui unico oppositore nella prima discesa è stato Mariano Galas, però sfortunato protagonista nella seconda di una spigolata a pochi metri dal traguardo; tanta paura tra i presenti ma poi l’epilogo non è stato cosi devastante anche se per il livignasco la stagione si è chiusa anzitempo.

In molte categorie ci sono state vittorie bis dato che i valori non sono cambiati nella seconda discesa; due volte sul primo gradino sono saliti Anna Fabretto, Graziella Carrara, Delia Merelli e Roberta Gamba nelle categorie femminili; poi i fratelli Natale e Giuseppe Bavo primi tra i Super75 e Super70; bene anche per gli esordienti Massimo Asti nei super 55, il già citato Menotti nei Super50 e Simone Sala nei Super40. Una novità c’è stata invece tra i Super65 con il confronto infinito in casa Ski Mountain tra Curtoni e Bergamelli, ma nella seconda discesa ed a sorpresa è spuntato Livio Zugnoni (Cernobbio) che ha messo un solo centesimo tra lui e Curtoni. Anche nei Super60 dove la caduta di Galas ha lasciato aperte le porte per il podio, ne ha approfittato Giuseppe Sermisoni, anche lui nuovo acquisto dello sci club di Bergamo, che ha saputo risalire la classifica rosicchiando quasi un secondo e mezzo tra le due discese. Alle gare in Valmalenco tra le società ha prevalso il Cernobbio mentre in campo femminile La Recastello continua a dominare.

Il percorso degli Old Stars, che hanno gareggiato per la settima volta sulle quindici in calendario, verrà modificato nelle prossime settimane, per recuperare le due prove ad oggi annullate (Valtorta e Chiesa); prima variazione il 19 con due Gigantoni che dall’Aprica migrano ancora in Valmalenco, e poi due Giganti a Lizzola in alta Valle Seriana.

Scarica qui l’arrivo del Super G1

Scarica qui l’arrivo del Super G2

Scarica qui l’arrivo della Combinata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

17 − 12 =