5 gara – 23 gennaio 2019 – Gromo Spiazzi (BG)

0
737
L’esultanza de La Recastello

SCENDE COLOMBO ED A GROMO CALA IL SIPARIO

Master Old Stars La Recastello vince  in casa

La quinta gara stagionale dei Master Old Stars ha un po il profumo dolce e intenso di un amarcord lontano decenni  in alta valle Seriana, nella bergamasca, un posto con le strade di montagna di una volta che in pochi chilometri salgono di mille metri.  Gromo Spiazzi è stata infatti una delle località che per prime hanno ospitato  i nascituri Old Stars, un manipolo di sciatori un po improvvisati, con abbigliamento turistico e scarsa vena agonistica. Di quei pionieri non c’è piu nessuno, e l’unico sopravvissuto  è Sandro Moretti, 86 anni e un bel mix di grinta e stile, che nel circuito era entrato dal secondo anno, nel 1988, per non andarsene mai più. La storia dei primi anni vedeva gli Old Stars gareggiare dodici volte a stagione e sempre sulle nevi bergamasche, anche in località ormai scomparse dalle mappe turistiche come Valcanale o l’ Alpe Arera.

Ma la gara infrasettimanale di Gromo Spiazzi ha visto tutt’altri interpreti, e tanti comprimari sono diventati attori protagonisti che hanno approfittato della mancanza di una costola del Cernobbio per fare incetta di posizioni e di punti.

La pista Pagherolo ha dato ciò che ha potuto, vista la precarietà di neve naturale, ma nell’insieme si è trattato di un gigante discreto, senza troppe insidie, che ha fatto valere le capacità dei concorrenti. Hanno fatto impressione i sette successi di categoria de La Recastello che giocando in casa non poteva farsi scappare l’occasione di avvicinare i rivali del Cernobbio, che già si erano imposti nelle prime quattro gare. Ma il team di Gigi Magni ha anche fatto capire di non temere alcuno sci club nel momento in cui riesce a mettere in campo tutti i suoi atleti; un chiaro monito al duo Ambrosini – Gilardoni che alla prossima uscita della “due giorni” all’Aprica dovranno suonare forte le trombe per richiamare al cancelletto tutti i loro leoni del mercoledì.

Il Circuito arrivato ad un terzo del calendario, si ferma per due settimane per la concomitanza di alcuni campionati professionali che provocherebbe numerose assenze; ma si si ritorna a metà febbraio con filotto di dieci gare in un mese, fino alle finali all’Adamello Ski.

Se la Recastello è salita sugli scudi, un altro squillo di tromba a ridabire la sua prepotente supremazia , l ha dato il brianzolo Stefano Colombo, portacolori dello Ski Mountain. La sua discesa perfetta gli ha permesso di tenere i piu vicini rivali ad oltre un secondo e mezzo, tanta roba per un gigante  piuttosto breve. Ma bravi in tanti a Gromo, con le prime vittorie stagionali per Lorena De Battisti (Dame C3), di Claudia Volpato (C2), di Renato Gusmini (Super 70), di Bruno Gamba (Super 65) e di Pier Tombini (Super 55). Alla Recastello è andato anche il Trofeo “Enzo Martinelli”, mentre a Giancarlo De Battisti è stato assegnato il Trofeo “don Aldo Nicoli”.

Scarica qui l’arrivo completo del Gigante

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 + diciotto =