10 e 11 gara – 27 febbraio 2019 – Chiesa Valmalenco (SO)

0
516

FAZZINI E GALAS SI DIVIDONO IL PRIMATO

Gli Old Stars oltre “quota cento” in Valmalenco ed il Cernobbio fa incetta di titoli

Difficile dire se in Valmalenco ci sia stato un vero vincitore, nei due superG disegnati sulla pista San Giuseppe. Una volta ha vinto Fazzini e l altra Galas, ma lo steso dicasi per Bavo e Cattaneo, o per Curtoni e Zugnoni, e chi si attendeva il botto di Mulazzi ha invece applaudito Colombo davanti anche se per pochi centesimi. Gare vere e combattute ma lo spirito rimane quello sano e pulito di chi fa sport soprattutto per puro divertimento.
Forse la nota più positiva a Chiesa è stata proprio la partecipazione, è stato il fatto che siano arrivati anche nuovi concorrenti in molte categorie, anche nelle femminili…e se ciò avviene ancora dopo 33 anni di attività e 426 gare allestite, vuol dire che il circuito dei Master Old Stars gode di ottima salute in previsione di una storia che nessuno può pronosticare quanto possa durare.

Per chi organizza, sa di trovare in Valmalenco un ambiente molto professionale, una armonia tra società impianti ed operatori locali, la scuola sci in primis, che mettono al riparo da ogni sorpresa. Le oltre duecento aperture del cancelletto si sono susseguite senza alcun intoppo, nella massima sicurezza in pista che ha tenuto al passaggio degli atleti nonostante il clima sia ormai primaverile. Si sono divertiti tutti, a partire da Amos Fazzini (Cernobbio) e Mariano Galas (Cernobbio), due tra i piu forti master italiani che hanno ottenuto il miglior tempo una volta ciascuno anche se la combinata ha visto prevalere di poco il valsassinese di Premana. Eppure i pronostici vedevano altri due favoriti, Gianni Mulazzi e Stefano Colombo entrambi portacolori dello Ski Mountain, anche più giovani di alcuni anni, ma il loro ritardo complessivo è stato superiore al secondo. Prima gara stagionale anche per Adriano Donati (Ski Mountain) che ha dominato tra i super 60 rompendo il ciclo di vittorie di Adriano Carrara (La Recastello), superato in classifica anche dal regolare Guido Galbusera (Cernobbio). Staffetta per il primato anche per Giorgio Curtoni (Cernobbio) che per la prima volta in stagione ha offerto la vittoria a Livio Zugnoni (Cernobbio) , mentre tra i super 75 sia Achille Cattaneo (La Recastello) che Natalino Bavo (Cernobbio) sono incappati in un errore a testa ottenendo una sola vittoria. Tra le signore con gli scarponi, esordio con doppia vittoria per la graziosa Melissa Colombo (Ski Mountain), ma bis anche per Anna Fabretto (Marinelli) , Graziella Carrara e Piera Fumagalli de La Recastello, abituate al primo gradino del podio.

Discorso a parte la disfida tra le società con il Cernobbio che ha vinto in Valmalenco tutto ciò che c’ era in palio, ed ipotecando seriamente a questo punto il successo finale, che sarà assegnato dopo le quattro gare ancora in calendario, a Temù settimana prossima per un gigante in due manches e con le finali di metà marzo all’Adamello Ski. Bene La Recastello sempre in pista con i suoi ottimi atleti e benissimo anche i cittadini dello Ski Mountain ormai stabilmente terza forza del circuito e capaci di avvicinare forze fresche al circuito Old Stars.

Scarica qui l’arrivo completo della Combinata

Scarica qui l’arrivo del Gigante – Parte 1

Scarica qui l’arrivo del Gigante – Parte 2

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto − sei =